€ 0,00

Carrello

  • Nessun prodotto nel carrello

Operatore olistico-operatore del benessere

Operatore olistico-operatore del benessere
titolo non legalmente valido


Operatore olistico

SOCIETA’ ITALIANA DI SCIENZE DEL BENESSERE

Come altri enti di certificazione, la Società italiana di scienze del benessere informa i cittadini che  è in atto una campagna pubblicitaria di disinformazione che tende a illudere circa l’esistenza di una non meglio definita validità legale dei titoli di studio rilasciati da scuole per operatore olisticio o operatore del benessere.

A tutela del diritto dei cittadini ad essere informati correttamente, la società italiana del benessere chiarisce come un titolo legalmente valido è soltanto quello che viene rilasciato da scuola, università o ente riconosciuto espressamente da un’apposita legge statale.  Non è tale la legge n° 4 del 14 gennaio 2013, che viene ingannevolmente invocata per sostenere l’equivoco secondo cui le scuole appartenenti all’elenco di cui alla legge in questione rilascerebbero titoli legalmente validi.

Il dato è assolutamente falso.

Si ricorda anche che i titoli rilasciati da  scuole per operatori olistici, operatori del benessere, counselor o naturopati non abilitano all’esercizio della professione.
Per legge, l’abilitazione all’esercizio della professione è tale soltanto se regolamentato e disciplinato da una apposita specifica legge dello Stato, e non una legge, come la n° 4 del 14 giugno 2013, che si limita a prevedere criteri per l’appartenenza a un elenco di associazioni di categoria.

Operatore olisticoÈ inoltre utile ricordare che la legge in questione non ha alcun valore vincolante, per cui non esiste alcun vantaggio di tipo legale o di altro tipo, a conseguire un titolo presso una scuola che faccio parte di un’associazione di cui all’elenco della legge in questione.

Infatti, si ricorda che chiunque può legittimamente operare qualificandosi come operatore olistico o operatore del benessere, così come naturopata o counselor, dal momento che queste qualifiche si riferiscono a discipline che non sono organizzate e regolamentate da un’apposita legge dello Stato.

La certificazione fornita dalla Società italiana di scienze del benessere, quindi, esattamente come quella fornita dagli enti di certificazione di cui alla legge n° 4 del 2013, è una certificazione privata, che non abilita all’esercizio di professioni (dal momento che queste non sono regolamentate dalla legge) e attesta la conformità degli studi e delle competenze apprese dal socio rispetto alla normativa di legge in materia di esercizio di attività di consulenza (art. 2222 e seguenti del Codice Civile) e di rispetto delle competenze di altre categorie professionali.

Si veda, per approfondimenti:
http://www.naturopatiatorino.org/il-naturopata.html

Scuole di naturopatia e legge n° 4 del 2013: attenti alle truffe!

 

SISB